Muletti: cosa sono, a cosa servono e come distinguerli

muletti sono carrelli elevatori che servono, come suggerirebbe la parola stessa, a sollevare merci all’interno di un magazzino. Queste merci, solitamente, sono posizionate su dei pallet, che favoriscono il trasporto dei materiali da una parte all’altra del magazzino, facendo risparmiare così tempo e spazio al gruppo di lavoro incaricato di effettuare questo tipo di movimentazione.

Ogni muletto si può adattare a una specifica esigenza: ce ne sono a diesel, per esempio, che sono perfetti per le movimentazioni all’esterno e sono anche più ingombranti delle altre tipologie esistenti; ce ne sono elettrici che vanno benissimo per le movimentazioni interne, sono più compatti e si muovono con facilità anche in spazi particolarmente ristretti.

A ogni esigenza, quindi, il suo muletto: prima di acquistarne uno, per voi o per la vostra azienda, chiedetevi a cosa vi servirà, per quanto tempo, chi lo utilizzerà e soprattutto dove. Sono domande che tendiamo a dare per scontato ma che in realtà sono molto importanti da comprendere prima di procedere a un acquisto e scongiurare il rischio che sia incauto.

Come distinguere i muletti presenti in commercio? I modelli variano a seconda della tipologia di alimentazione (che può essere a diesel, a gpl o elettrica), dalla potenza e dalla capacità di sollevamento dei materiali (in termini, ovviamente, di peso e altezza dei prodotti da trasportare).

muletti – o carrelli elevatori – sono ottimi alleati per ciò che concerne le movimentazioni di magazzino, ma dobbiamo cercare di capire di cosa abbiamo bisogno sempre, prima di ogni acquisto.